Manutenzione Deumidificatore – Come Fare

In questa guida spieghiamo come effettuare la manutenzione del deumidificatore, che consiste in un pulizia profonda.

Pulire non significa solo svuotare il serbatoio del deumidificatore, ma lavarlo facendo uso di acqua tiepida e sapone. In questo modo si rimuoveranno eventuali batteri e muffe che si siano sviluppate in questo. Nel caso si noti la presenza di calcare, si potrà usare un misto di aceto e acqua per decalcificare il serbatoio. Per altri ingredienti che è possibile utilizzare per l’operazione, è possibile vedere questa guida sulla pulizia del deumidificatore su Comepulire.net. In ogni caso evitate l’uso di detergenti aggressivi e di spugne abrasive. Nel caso dobbiate lasciare inutilizzato l’apparecchio per un lungo tempo, è bene svuotarlo e pulirlo prima di riporto.

La pulizia del filtro del deumidificatore è un’altra operazione molto semplice da farsi, basterà rimuovere il filtro per l’aria del deumidificatore e sciacquarlo sotto acqua corrente. Il filtro, poi, prima di essere nuovamente montato nel deumidificatore dovrà essere ben asciutto. Nel caso si volesse effettuare la pulizia del filtro in modo rapido, si potrà invece utilizzare l’aspirapolvere. Alcuni deumidificatori, poi, montano ulteriori filtri specifici, per la pulizia dei quali è bene seguire le istruzioni che generalmente vengono elencate nel libretto di manutenzione.

Tra le operazioni di manutenzione di un deumidificatore, la più comune è senza ombra di dubbio la pulizia esterna, questa potrà essere effettuata semplicemente avvalendosi di un panno asciutto o di un panno umido. Risulta essere importante non lavare il deumidificatore sotto l’acqua e anzi prestare attenzione per fare in modo che non entri acqua in questo durante le operazioni di pulizia, per non comprometterne la funzionalità.

Da ultimo, prestate sempre attenzione a non capovolgere il deumidificatore, particolarmente quando nel serbatoio sono contenuti liquidi. In genere il deumidificatore va sempre tenuto in posizione verticale e nel caso venisse conservato in altra posizione, prima di essere messo in funzione si dovrà attendere almeno ventiquattro ore, lasciandolo nel frattempo in posizione verticale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *